AVVISO IMPORTANTE

Per accedere ai contenuti è necessario un codice di accesso.
  • Accreditato da

Presentazione

Le infezioni ospedaliere batteriche e fungine sono per definizione un importante problema di sanità pubblica, non solo per le gravi ripercussioni sul paziente e la comunità sociale, che vede impiegare risorse aggiuntive per la salvaguardia, cura e ripristino dello stato di salute, ma anche e soprattutto per quanto attiene il controllo di qualità delle prestazioni che erogano i professionisti sanitari e i successivi prìercorsi di rischio e responsabilità.
La possibilità di prevenire le infezioni ospedaliere, in particolare in condizioni di critical care, tipicamente rappresentate dai pazienti sottoposti a procedure di trapianto di midollo e di staminali, è correlata a una serie di procedure assistenziali di importanza vitale, quali il lavaggio delle mani, il rispetto dell’asepsi nelle procedure invasive, la disinfezione e la sterilizzazione dei presidi sanitari. La prevenzione in questo ambito implica comportamenti costantemente corretti ed omogenei in un vasto complesso di attività quotidiane ospedaliere. Non è purtroppo infrequente la necessità di procedere con procedure di profilassi delle infezioni micotiche invasive e, naturalmente, la necessità di ricorrere a appropriate terapie che per il loro impegno e la loro complessità necessitano di una attenta gestione, dalla farmacia al reparto alla somministrazione!
Sono in particolare, i reparti di ematologia e in generale i reparti ad alto rischio, ad offrire le condizioni di un banco di prova paradigmatico per affrontare queste tematiche.
Relativamente ai diversi ruoli, si denota una crescente valorizzazione del coordinatore infermieristico, poiché è a diretto contatto con l’utenza, e risulta fondamentale per la rilevazione dei bisogni e per la valutazione di gruppi di pazienti rispetto al rischio di infezione batterica e fungina. Interfaccia operativa e riferimento per gli operatori professionali, quindi in possesso delle conoscenze e delle capacità tecniche e comportamentali della professione, è identificabile come principale responsabile della qualità dell’assistenza, soprattutto nella predisposizione di sistemi di controllo dei processi assistenziali e dei comportamenti del gruppo professionale attraverso la definizione di standard assistenziali. Opera di fatto in un sistema di “team” in stretta collaborazione con il farmacista e il clinico.
La responsabilità del coordinatore risulta determinante anche nella motivazione del personale e nella sua capacità di avviare, orientare e accelerare processi di cambiamento negli atteggiamenti professionali comuni. Il corso si propone quindi di sviluppare competenze generali e specifiche relativamente a processi e strumenti di lotta alle infezioni ospedaliere gravi, con particolare riguardo alle infezioni fungine (di cui quelle da “filamentosi” sono da annoverarsi tra le più severe) nei reparti di critical care.

Programma

Presentazione del corso e obiettivi
Responsabile Scientifico dr. L. Giuliani

*Razionale: infezioni gravi ospedaliere e competenze in gioco
*Le competenze infermieristiche nei reparti di critical care e pazienti trapiantati
A cura della dr.ssa F. Bonifazi

*Il rischio infettivo nel paziente immunocompromesso
*Antifungini: classificazione e meccanismi d’azione
*Terapia e profilassi.
A cura del Dr. A. Mussetti

*La somministrazione: dalla teoria alla pratica
*La gestione della terapia: profili di responsabilità
*Farmaci antifungini: aspetti di governance
A cura della dr.ssa P. Polidori e della dr.ssa F. Bonifazi

Informazioni

Obiettivo formativo

2 - Linee guida - Protocolli - Procedure

Mezzi tecnologici necessari

Mezzi tecnologici necessari

Dotazione Hardware e Software necessaria all'utente per svolgere l'evento:

Connessione internet 

Compatibilità con i browser Safari, Chrome, IE (dalla versione 8), Firefox

Visualizzatore di file PDF (ad esempio Adobe Reader)

Procedure di valutazione

Superamento (almeno 75% risposte corrette) del questionario di apprendimento a scelta multipla. Max 5 tentativi

Prerequisiti cognitivi

professionisti sanitari

Il corso è riservato alle seguenti categorie: Infermiere, Farmacista ospedaliero e territoriale, Ematologo, Infettivologo, Anestesisti e Rianimatori, Internisti

Descrizione modulo formativo

Slide e contenuti di semplice fruibilità

Informazioni

Per accedere ai contenuti è necessario un codice di accesso.

Responsabili

Responsabile Scientifico

  • Dott. Luigi Giuliani
    Ex Dir. Dip. di farmacia clinica e farmacologia Ospedale Maggiore della Carità - Novara

Docente

  • Dott.ssa Francesca Bonifazi
    Dirigente Medico presso l’UOC di Ematologia nell’Azienda Ospedaliera-Universitaria S. Orsola-Malpighi - Bologna
  • Dott. Luigi Giuliani
    Ex Dir. Dip. di farmacia clinica e farmacologia Ospedale Maggiore della Carità - Novara
  • Dott. Alberto Mussetti
    Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori, Milano
  • Dott.ssa Piera Polidori
    Farmacista Dirigente ISMETT Palermo

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Anestesia e rianimazione
  • Ematologia
  • Malattie Infettive
  • Medicina interna

Farmacista

  • Farmacia Ospedaliera
  • Farmacia territoriale

Infermiere

  • Infermiere
leggi tutto leggi meno

Allegati