AVVISO IMPORTANTE

Per accedere ai contenuti è necessario un codice di accesso.
  • Accreditato da
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione

Il progressivo miglioramento delle condizioni socio-sanitarie e la crescente disponibilità di farmaci efficaci sulle malattie acute ha inciso sugli scenari di cura modificandone profondamente l’assetto. A fronte dell’invecchiamento della popolazione si assiste così all’incremento delle patologie ad andamento cronico, non di rado compresenti nel medesimo individuo, caratterizzate da esordio subdolo e graduale, necessità di presa in carico multidisciplinare, assenza di terapia risolutiva, assistenza integrata a lungo termine e impossibilità di restitutio ad integrum del soggetto che ne è colpito. Ciò impone che le risorse a disposizione per il singolo paziente siano destinate alla costruzione di un percorso assistenziale che sottragga margini allo spreco, evitando che i rimbalzi tra uno specialista e l’altro risultino in diagnosi tardive, che l’offerta di cura sia frammentaria, quando non contraddittoria, che l’investimento in farmaci innovativi sia inappropriato, che aumentino ricoveri, ospedalizzazioni e interventi chirurgici, e la qualità della vita sia irrimediabilmente compromessa.  Inoltre, l’approccio al paziente con cronicità non è complesso solo dal punto di vista strettamente clinico: il grado di disabilità correlato con la malattia mette a dura prova le capacità psichiche, relazionali, affettive della persona che sperimenta rifiuto della propria condizione e della terapia, in un circolo vizioso che apre la via a prescrizioni inappropriate, interazioni farmacologiche e reazioni avverse. Affrontare la cronicità significa dunque raccogliere una «sfida di sistema, che deve andare oltre i limiti delle diverse istituzioni, superare i confini tra servizi sanitari e sociali, promuovere l’integrazione tra differenti professionalità, attribuire una effettiva ed efficace centralità alla persona e al suo progetto di cura e di vita».

Programma

Introduzione e obiettivi del percorso formativo

a cura della dr.ssa Maria Ernestina Faggiano 

Complessità delle malattie croniche invalidanti in dermatologia

a cura del Dr. Francesco Loconsole 

Personalizzazione delle terapie in reumatologia

a cura del dr. Ennio Giulio Favalli e della dr.ssa Martina Biggioggero 

Biotecnologici e ciclo di vita: dalle valutazioni teoriche all’esperienza nella real world practice: il contributo delle valutazioni economiche

a cura della dr.ssa Enrica Menditto 

Garantire l’accesso alle terapie oggi e domani, quale processo virtuoso

a cura della dr.ssa Maria Ernestina Faggiano 

Sottotrattamento, ottimizzazione delle risorse e indicatori da monitorare

a cura del dr. G. Guglielmi e della dr.ssa Daniela Iovine

Verifica dell’apprendimento

Informazioni

Obiettivo formativo

3 - Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza - profili di cura

Mezzi tecnologici necessari

Dotazione Hardware e Software necessaria all'utente per svolgere l'evento:
1. Connessione a Internet
2. Compatibilità con i browser Safari, Chrome, IE (dalla versione 8), Firefox
3. Visualizzatore di PDF (es. Adobe Reader)

Procedure di valutazione

Quiz a doppia randomizzazione.

Prerequisiti cognitivi

Il percorso si rivolge a farmacisti ospedalieri, farmacisti del servizio farmaceutico territoriale, dermatologi, gastroenterologi, reumatologi.

Descrizione modulo formativo

Slide consultabili e scaricabili.

Informazioni

Per accedere al corso è necessario un codice.

Responsabili

Responsabile Scientifico

  • Dott.ssa Maria Faggiano
    Dirigente farmacista Azienda Universitaria Ospedaliera Consorziale - Policlinico Bari

Docente

  • Dott.ssa Martina Biggioggero
    Attività di ricerca - Istituto Auxologico Italiano Cusano Milanino
  • Dott.ssa Maria Faggiano
    Dirigente farmacista Azienda Universitaria Ospedaliera Consorziale - Policlinico Bari
  • Dott. Ennio Giulio Favalli
    Istituto Ortopedico G. Pini, Milano Dirigente medico di 1° livello in Reumatologia
  • Dott. Gaspare Guglielmi
    Direttore della Farmacia Azienda Ospedaliera Cardarelli Napoli
  • Dott.ssa Daniela Iovine
    Farmacista Dirigente AORN “A. Cardarelli” di Napoli
  • Dott. Francesco Loconsole
    Dermatologo Azienda Universitaria Ospedaliera Consorziale – Policlinico Bari
  • Dott.ssa Enrica Menditto
    Ricercatore a tempo indeterminato in servizio presso il Dipartimento di Farmacia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Dermatologia e venereologia
  • Gastroenterologia
  • Reumatologia

Farmacista

  • Farmacia Ospedaliera
  • Farmacia territoriale
leggi tutto leggi meno

Allegati