AVVISO IMPORTANTE

corso accessibile con codice dal 01/06/2020
  • Accreditato da
  • Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione

Un profondo cambiamento sta caratterizzando lo scenario rappresentato dalle malattie autoimmuni invalidanti, grazie alla possibilità di personalizzare fortemente la cura in base alle esigenze specifiche per diagnosi e per caratteristiche del paziente. La disponibilità di un portafoglio di soluzioni ampio e differenziato, arricchito dai biosimilari e dalla contemporanea disponibilità di farmaci innovativi, deve tuttavia accompagnarsi alla capacità di gestione delle terapie stessa, dall’accesso alla programmazione e pianificazione dell’assistenza (sanitaria) farmaceutica, compito che viene con sempre maggiore frequenza reso necessario integrare alle competenze cliniche specifiche. Il clinico quindi è chiamato ad esprimere competenze manageriali che lo affiancano alle direzioni e ai farmacisti SSN nella gestione dei processi di cura del paziente.


Questa sfida ne aumenta non solo le competenze ma anche la contrattualità nella fase di definizione
dell’accesso alle risorse per ciascun dipartimento.
La complessità legata alla nuova fase, espressamente sottolineata nella presente proposta formativa, nasce sostanzialmente dal progressivo miglioramento delle condizioni socio-sanitarie e la crescente disponibilità di farmaci efficaci sulle malattie acute che ha inciso sugli scenari di cura modificandone profondamente l’assetto.

A fronte dell’invecchiamento della popolazione si assiste così all’incremento delle patologie ad andamento cronico, non di rado compresenti nel medesimo individuo, caratterizzate da esordio subdolo e graduale, necessità di presa in carico multidisciplinare, assenza di terapia risolutiva, assistenza integrata a lungo termine e impossibilità di restitutio ad integrum del soggetto che ne è colpito.

Ciò impone che le risorse a disposizione per il singolo paziente siano destinate alla costruzione di un percorso assistenziale che sottragga margini allo spreco, evitando che i rimbalzi tra uno specialista e l’altro risultino in diagnosi tardive, che l’offerta di cura sia frammentaria, quando non contraddittoria, che l’investimento in farmaci innovativi sia inappropriato, che aumentino ricoveri, ospedalizzazioni e interventi chirurgici, e la qualità della vita sia irrimediabilmente compromessa.

Inoltre, l’approccio al paziente con cronicità non è complesso solo dal punto di vista strettamente clinico: il grado di disabilità correlato con la malattia mette a dura prova le capacità psichiche, relazionali, affettive della persona che sperimenta rifiuto della propria condizione e della terapia, in un circolo vizioso che apre la via a prescrizioni inappropriate, interazioni farmacologiche e reazioni avverse. Affrontare la cronicità significa dunque raccogliere una «sfida di sistema, che deve andare oltre i limiti delle diverse istituzioni, superare i confini tra servizi sanitari e sociali, promuovere l’integrazione tra differenti professionalità

Programma

  1. Introduzione e obiettivi del percorso formativo a cura della dr.ssa Maria Ernestina Faggiano
  2. Il processo di pianificazione strategica nell’ambito della gestione dell’accesso alle cure a cura del Prof
    Spano
  3. Il collegamento con i sistemi di programmazione gestionale e i suoi strumenti principali di misurazione a cura del Prof Spano
  4. Complessità delle malattie croniche invalidanti in dermatologia a cura della dr.ssa Maria Letizia Musumeci
  5. Personalizzazione delle terapie in reumatologia a cura del dr. Ennio Giulio Favalli e della dr.ssa Martina Biggioggero
  6. Biotecnologici e ciclo di vitadalle valutazioni teoriche all’esperienza nella real world practice: il contributo delle valutazioni economiche a cura della dr.ssa Enrica Menditto
  7. Verifica dell’apprendimento.

Informazioni

Obiettivo formativo

3 - Documentazione clinica. Percorsi clinico-assistenziali diagnostici e riabilitativi, profili di assistenza - profili di cura

Mezzi tecnologici necessari

Dotazione Hardware e Software necessaria all'utente per svolgere l'evento:
1. Connessione a Internet
2. Compatibilità con i browser Safari, Chrome, Firefox
3. Visualizzatore di PDF (es. Adobe Reader)

Procedure di valutazione

Quiz a doppia randomizzazione

Prerequisiti cognitivi

Il corso si rivolge alle seguenti figure: farmacista ospedaliero e territoriale, reumatologo, dermatologo, direttore di presidio ospedaliero.

Descrizione modulo formativo

Slide - pdf

Informazioni

corso accessibile con codice dal 01/06/2020. I codici si richiedono automaticamente a partire dal 01/06/2020

Responsabili

Responsabile scientifico

  • Dott.ssa Maria Faggiano
    Dirigente farmacista Azienda Universitaria Ospedaliera Consorziale - Policlinico Bari

Docente

  • Dott.ssa Martina Biggioggero
    Attività di ricerca - Istituto Auxologico Italiano Cusano Milanino
  • Dott.ssa Maria Faggiano
    Dirigente farmacista Azienda Universitaria Ospedaliera Consorziale - Policlinico Bari
  • Dott. Ennio Giulio Favalli
    Istituto Ortopedico G. Pini, Milano Dirigente medico di 1° livello in Reumatologia
  • Dott.ssa Enrica Menditto
    Ricercatore a tempo indeterminato in servizio presso il Dipartimento di Farmacia dell’Università degli Studi di Napoli Federico II
  • Dott.ssa Maria Letizia Musumeci
    Dirigente Medico -Disciplina DermatologiaU.O.C. DermatologiaP.O. “G. Rodolico”A.O.U. “Policlinico-Vittorio Emanuele” Catania
  • Prof. Francesco Maria Spano
    Professore ordinario presso la Facoltà di Scienze Politiche, Università degli Studi di Milano in Economia Aziendale

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Dermatologia e venereologia
  • Direzione medica di presidio ospedaliero
  • Gastroenterologia
  • Reumatologia

Farmacista

  • Farmacia Ospedaliera
  • Farmacia territoriale
leggi tutto leggi meno

Allegati